Facciamoci un giro 03.06

Coronavirus, i cavalieri al merito nominati da Mattarella per l ...
Il Presidente Sergio Mattarella durante la nomina dei Cavalieri della Repubblica

Fare il proprio dovere per qualcuno non è solo adempiere ai compiti e alle mansioni del proprio ruolo, ma accogliere tutto ciò che quel ruolo comporta perché il “dovere” non dipende da ordini e disposizioni ma dalla propria etica personale. E’ questo che certamente ha mosso i cinquantasette nuovi Cavalieri al Merito  della Repubblica, nominati oggi dal Presidente Sergio Mattarella, tutte persone che si sono distinte durante l’emergenza del Covid-19. E  non per eroismo o spirito di sacrificio, ma perché fare fino in fondo il “proprio dovere” per qualcuno è questo, darsi senza risparmiare le energie per creare le condizioni migliori per svolgere il proprio lavoro.

Si tratta di venticinque donne e trentadue uomini. Medici come  Mariateresa Gallea, Paolo Simonato e Luca Sostini che volontariamente hanno sostituito i colleghi di Vo’ Euganeo, nel cuore della zona rossa. O insegnanti come Daniela Lo Verde, preside di una scuola media del quartiere Zen di Palermo, che ha raccolto fondi e si è prodigata perché tutti i suoi allievi, particolarmente quelli in difficoltà,  fossero dotati di tablet per poter seguire la didattica a distanza. E poi personale sanitario, forze dell’ordine, ricercatori, c’è persino un rider.

Non li citiamo tutti, ma a tutti va il nostro grazie più profondo, chissà se senza di loro ce l’avremmo fatta.   

Pubblicato da Giostra Cooperativa Sociale

Giostra Cooperativa Sociale Onlus si propone di promuovere la cultura, favorire l'aggregazione e la partecipazione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: